Cosa significa veniale?

peccato venialeSentiamo spesso parlare di peccato veniale, ma cosa significa nello specifico? Perché si usa per indicare una categoria di peccati, o di colpe, che non sono particolarmente gravi.

Il peccato veniale si distingue dunque, in questo senso, dal peccato mortale e imperdonabile. Si tratta dunque di una colpa non grave, che può essere perdonata dalla divinità o da chi intercede per lei.

Da dove viene?

Veniale viene dal latino venia, che vuol dire perdono. Un peccato veniale dunque è un peccato che può essere perdonato, sempre però, come abbiamo detto, da Dio. Venia vuol dire sì perdono, ma perdono da parte comunque di una autorità più grande di quelle umane.

Una colpa leggera ma comunque meritevole di biasimo

Un peccato veniale non deve essere considerato però come qualcosa che un credente può fare liberamente. Si tratta comunque di condotte vietate e che meritano il biasimo da parte in primis di se stessi.

Si tratta semplicemente di una dicotomia con il peccato mortale e imperdonabile, perché di serietà sicuramente maggiore.

Chiedo venia!

Veniale viene utilizzato, nella sua versione sostantivata, anche per un’esclamazione tutta italiana. Chiedo venia si utilizza in genere quando si è in ritardo o quando per la colpa di cui si è responsabili ci si aspetta il perdono dagli altri.

Ha un significato quasi sarcastico, che sta quasi ad indicare un <<non prendertela, non è una cosa importante>>.

Articoli che ci piacciono:

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2016 - Chesignifica.net è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons