Cosa significa Pudore?

pudoreIl pudore è un sentimento piuttosto particolare, unico nel suo genere, che significa tendenza a rifuggire gli aspetti morbosi (e piccanti) che riguardano in genere il mondo della sessualità.

Si tratta dunque di un sentimento a metà tra la vergogna e il ritegno, che è ritenuto proprio di tutte quelle persone che abbiano una considerazione di se stessi e della società in cui si sono inseriti, e che non voglio in alcun modo degradare né essi stessi né tantomeno le regole di pudore, appunto, alle quali la comunità ha deciso di uniformarsi.

Senza pudore

Chi è senza pudore però non è necessariamente una persona che parla o agisce troppo liberamente quando si tratta di sesso. Si tratta in questa circostanza di qualcosa di più affine alla vergogna, e in genere questa accusa viene mossa a chi fa cose sconvenienti, soprattutto se per il proprio guadagno.

Tabù

Chi ha pudore non vuole, in alcun modo, infrangere dei tabù, che siano di natura sessuale, pornografica oppure soltanto di comportamento. È una persona, a modo suo, rispettosa delle regole che la società si è imposta, soprattutto quando queste riguardano la sfera più privata della persona e dei rapporti interpersonali.

C’entra la volontà

Non c’è niente di impudico in una immagine che ritragga degli organi genitali. C’è molto di impudico invece nella pornografia, dato che cambia la volontà della rappresentazione: nella prima c’è lo scopo di informare, nel secondo, invece, quello di eccitare.

Articoli che ci piacciono:

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2016 - Chesignifica.net è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons