Cosa significa paleolitico?

età pietraIl paleolitico è un’era della storia, che si riferisce precisamente alla più antica preistoria. Si tratta di un periodo preistorico nel senso più puro del termine, dato che gli esseri umani non conoscevano ancora la scrittura con la quale tramandare la propria storia.

Il paleolitico però non è solo un’era storica ben precisa, è anche una metafora che viene utilizzata in contesti piuttosto precisi. Tra pochissimo vedremo quando.

Perché il paleolitico?

Il paleolitico è un’era particolarmente importante per l’uomo, dato che indica il momento in cui, quasi contestualmente, i popoli hanno cominciato ad utilizzare utensili in pietra, a cuocere i pasti sul fuoco e a sviluppare un seppur primitivo culto dei morti, quello che per molti storici segna l’uscita dell’uomo dal regno animale, per distinguerlo una volta per tutte dalle bestie selvagge.

Come sinonimo di qualcosa di molto vecchio

Il paleolitico è la parte di storia umana che parte da 2.5 milioni di anni fa. Non è un mistero che dunque si tratti nello specifico di un periodo molto risalente e quindi sinonimo perfetto per indicare qualcosa di molto vecchio. “È del paleolitico” viene dunque utilizzato con costanza per indicare qualcosa che non è più alla moda o che è stato superato, e di molto, tecnologicamente. 

Per questa sua particolare funzione il paleolitico non deve dunque essere considerato spesso nella suo significato alla lettera, ma piuttosto inquadrato in un modo di parlare che vuole prendersi beffa, con sarcasmo, di qualcosa che non è proprio modernissimo.

Articoli che ci piacciono:

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2016 - Chesignifica.net è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons