Cosa significa Made in PRC?

Che significa Made in PRCSu molti prodotti provenienti dall’estero ultimamente troviamo un acronimo molto usato: PRC. Anzi, per la precisione alcune volte troviamo PRC, altre Made in PRC.

Saremmo tentati pure di non comprare il prodotto, se non riusciamo a capire di che si tratta. Perciò vediamo di fare un po’ di chiarezza.

Made in PRC

A noi italiani l’acronimo PRC, di primo acchito, potrebbe far venire in mente è Partito della Rifondazione Comunista.

E’ del tutto evidente, però, che quel Made in PRC non potrebbe mai significare fatto dal Partito della Rifondazione Comunista.

Tuttavia a pensarci bene non siamo poi così lontani dalla realtà, perché PRC qualche attinenza col comunismo, in effetti, ce l’ha.

E indovinate un po’ da dove viene questo comunismo, oseremmo dire anche puro e primigenio, come non ce ne sono più? Dall’estremo oriente, precisamente dalla Cina. Ed ecco scoperto l’arcano.

La Cina

Così come per decenni abbiamo assistito ai vari Made in Hong Kong, Made in Japan, Made in Taiwan, stavolta ci prova proprio lei, la Repubblica Popolare Cinese, stampigliando sui propri prodotti Made in PRC o semplicemente PRC. L’acronimo all’estero si trasforma in RPC

Questa sigla vuol dire semplicemente che il prodotto, alimentare o manifatturiero che sia, proviene proprio dalla Repubblica Popolare Cinese. 

Made in PRC, in breve sostituisce il vecchio Made in China e vuol dire esattamente la stessa cosa, ossia fatto, costruito, realizzato in Cina, con tutto quello che ne consegue: prezzi troppo bassi, polemiche sui dazi, scarsa qualità e, sovente, anche tossicità dei prodotti.

Il dubbio

Abbiamo risolto l’arcano? Quasi, perché, in effetti, resta un unico dubbio, per la verità non poi così amletico. Il vero significato di PRC è Popular Republic of China, oppure People’s Republic of China?

Il risultato è fondamentalmente lo stesso, nell’uno e nell’altro caso, perché sempre di Repubblica Popolare Cinese si tratta. Tuttavia, se dovessimo dare una preferenza, propenderemmo per il secondo: People’s Republic of China.

Perché Made in PRC

Perché Made in PRC e non Made in China? Semplicemente perché i prodotti che arrivano dalla Cina, purtroppo con il tempo non hanno acquistato una buona nomea. Dietro il basso costo della merce cinese, si nasconde non solo scarsa qualità ma, sovente, anche materiali tossici.

La cronaca degli ultimi tempi è zeppa di notizie di sequestri da parte delle nostre Forze dell’Ordine di manufatti cinesi. Abiti, scarpe e persino vestitini per neonati, sono pieni di formaldeide, coloranti cancerogeni, ammine aromatiche, cromo esavalente e altre sostanze nocive. Per questo motivo molti acquirenti scappano davanti all’etichetta Made in Cina.

Sostituendo questa scritta con la meno comprensibile Made in PRC, i commercianti orientali sono convinti di aggirare l’ostacolo. Funziona? Forse, ma solo fino a quanto tutti non scopriranno che cosa significa Made in PRC.

Articoli che ci piacciono:

loading...

6 commenti

  1. Grazie per il chiarimento ora non comprerò più questi prodotti.

  2. Grazie, non compro ( e consiglio a tutti di seguirmi ) materiale cinese sia per la tossicità ma ancor più per combattere il fenomeno dello sfruttamento minorile… per non chiamarlo SCHIAVISMO.
    Una domanda che mi chiedo se insieme a made in PRC c’è il marchio CE questi prodotti sono sicuri o rischian di essere sempre tossici r pericolosi?

  3. Gente state attenti a non confondere il marchio di Certificato Europeo con quello di China Export!

  4. ma io ho acquistato dei capi di abbigliamento di una nota marca sull’ etichetta c’è questo acronimo P.R.C. quindi la qualità è scadente?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2016 - Chesignifica.net è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons