Cosa significa eterosessuale?

eterosessualitàEterosessuale, omosessuale, se ne sentono di diverse e spesso si finisce, incolpevolmente, per fare confusione. Cosa vuol dire eterosessuale?

Vuol dire essere attratti esclusivamente da persone del sesso opposto, ed è in questo senso almeno contrapposto ad omosessuale, che indica invece le persone che sono attratte dalle persone dello stesso sesso.

Si tratta di una parola utilizzata di frequente in campo medico e comportamentale, per indicare appunto le tendenze sessuali non solo degli esseri umani, ma anche degli animali.

Di origine greco-latina

La parola etero-sessuale è una parola composta da etero (che vuol dire altro in greco) e sessuale (che indica appunto quello che è del campo proprio del sesso e che è una radice invece latina).

Non è raro trovare, sopratutto nel campo della medicina, parole che sono composte utilizzando radici che vengono dalle due lingue sulle quali è fondato tutto il sapere classico.

All’inizio indicava perversione

Quando il termine fu incluso per la prima volta nel Merriam-Webster del 1923, indicava in realtà una sessualità non normale e deviata, sia nei modi che nella quantità. Il termine poi lentamente è arrivato ad assumere il significato di sessualità normale con soggetti appartenenti allo stesso sesso, perdendo quel significato di morbosità che gli era stato attribuito all’inizio.

Articoli che ci piacciono:

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2016 - Chesignifica.net è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons