Cosa significa “absit iniuria verbis”?

Tito LivioAbsit iniuria verbi è una locuzione latina che sta a significare, se dovessimo tradurre liberamente, senza offesa.

È una locuzione utilizzata ricalcando quella dello scrittore Livio, che serve ad indicare l’espressione di un dato oggettivo, che non deve essere considerato per nessun motivo un’offesa da parte del lettore, qualcosa che, per intenderci, non deve essere presa sul personale.

La locuzione riprende quella di Tito Livio, che era “absit invidia verbo”, che stava a significare “sia lontana l’ostilità dalle mie parole”.

Absit

Absit è un verbo intransitivo anomalo della lingua latina e uno dei più interessanti per chi si diletta con questa lingua. Sta a significare Stare lontano da, passare, svanire. Utilizzato in questo contesto sta appunto a dare il significato di allontamento, espresso tramite un ottativo di volontà.

Senza offesa, obiettivamente

Questa locuzione si può scegliere per esprimere un senso di estrema obiettività, soprattutto quando i temi che sono trattati sono delicati e potrebbero andare ad attaccare la sensibilità di chi legge o ascolta. Introdurre in queste circostanze una locuzione del genere è segno di estrema educazione, attenzione per il nostro interlocutore ed eleganza, ed è per questo motivo che absit iniuria verbis è utilizzata di frequente nei testi di tipo accademico.

Articoli che ci piacciono:

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2016 - Chesignifica.net è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons